Progetto Sudan del Sud

Durante la guerra civile (1983-2005) innumerevoli abitanti delle regioni meridionali furono uccisi o fatti schiavi e deportati al Nord da milizie islamiche. Molte delle vittime sono tuttora trattenute e alla mercé dei brutali padroni di schiavi. CSI ha già liberato oltre 100 000 di loro e continua il suo lavoro:

  • libera i schiavi rimasti e li riconduce nel Sudan del Sud
  • aiuto all’auto-aiuto con sacco di partenza e capra
  • assistenza medica delle vittime
  • programmi di aiuto per la popolazione locale
  • lavoro politico per la tutela delle vittime della schiavitù