Progetto Iraq

Sono centinaia di migliaia i cristiani ad avere lasciato il paese dal 2003. Nell’estate 2014 jihadisti conquistarono parti del territorio iracheno: centinaia di migliaia di cristiani, yazidi e membri di altre minoranze religiose furono assassinati o scacciati. L’aiuto di CSI include:

  • aiuto materiale per i numerosi profughi rifugiatisi nel Kurdistan iracheno
  • visite a domicilio, sostegno morale e cure mediche per vittime di attentati
  • distribuzione di vestiti, derrate alimentari e articoli d’igiene
  • rifornimento di medicamenti per le farmacie nei campi profughi
  • impegno al livello politico, in Iraq e all’estero, per la tutela delle minoranze religiose