Chi siamo?

  • CSI è un’organizzazione cristiana con sede principale nel cantone Zurigo che si adopera per il rispetto dei diritti umani, la libertà di religione e la dignità dell’uomo. Ci impegniamo per le persone che, a causa della loro fede, sono vittime di atti di violenza e di discriminazione, assistendole sul posto e dando loro una voce. Sosteniamo inoltre persone che soffrono dalle conseguenze di politiche autoritarie.
  • Siamo attivi principalmente nei paesi seguenti: Siria, Iraq, Egitto, Sudan del Sud, Nigeria, Pakistan, India, Nicaragua, Perù, Lettonia.
  • Abbiamo filiali maggiori in Svizzera, Germania e negli USA, filiali minori in Francia, repubblica Ceca, Ungheria, Italia e Corea del Sud.
  • CSI è un’organizzazione umanitaria cristiana per la difesa dei diritti dell’uomo. I nostri collaboratori sono cristiani di varie confessioni. È nostra profonda convinzione che Dio abbia creato ogni essere umano a sua immagine: questa è la fonte della dignità dell’uomo, dignità che vogliamo difendere col nostro lavoro.
  • La dignità di ogni essere umano è tutelata anche dalla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo dell’ONU. Il rispetto dell’articolo 18 che garantisce la libertà di pensiero, di coscienza e di religione è a nostro parere un buon indicatore per la tutela generale dei diritti dell’uomo in una società. L’esperienza mostra che nei paesi nei quali la libertà religiosa è rispettata, sono garantiti anche gli altri diritti fondamentali, mentre, dove la libertà religiosa è limitata o lesa, non sono rispettate neanche gli altri diritti.
  • Concentriamo i nostri sforzi su paesi nei quali i cristiani soffrono atti di violenza e sono svantaggiati a causa della loro fede. Frequentemente sono toccate anche persone di altre religioni. CSI si reca sul posto per chiarire le necessità e avviare i progetti di aiuto a favore di tutte le vittime di violenza religiosa, indipendentemente dalla loro religione.
  • CSI è attiva su due campi: da un lato fornisce aiuto umanitario sul posto, per esempio materiale di prima necessità per persone scacciate, assistenza medica delle vittime di attentati terroristici, aiuto allo sviluppo per comunità isolate, sostegno di scuole e assistenza giuridica.  Dall’altro la nostra organizzazione compie un lavoro di pubbliche relazioni, informando l’opinione pubblica sulle realtà di violenza e di discriminazione delle minoranze religiose e impegnandosi presso politici, organi di governi e leader di opinione per favorire la difesa della libertà religiosa e la protezione delle vittime.