• India

Liberate dalle sgrinfie dei trafficanti di persone

14 Luglio 2016

Sapeva che ogni anno scompaiono in India più di 1000 bambini e giovani senza lasciare traccia?



 


India: trafficanti di persone

La sua donazione ci permette di aiutare. Grazie per la sua solidarietà!

CHF 50 Contributo al lavoro di educazione di genitori, bambini e autorità
CHF 95 Contributo al lavoro di liberazione dei bambini
CHF 150 Assistenza delle vittime liberate e dei bambini a rischio
importo individuale


Durante il nostro intervento in soccorso ai perseguitati a causa della loro fede toccammo con mano la sconcertante quotidianità della diffusissima tratta di esseri umani in India. Specialmente nella regione in cui operiamo, nello Stato di Jharkhand, moltissimi bambini e giovani finiscono nella rete di trafficanti senza scrupoli. Si calcola che in India siano circa 14.2 milioni le vittime di questa pratica disumana. Su richiesta di partner cristiani locali CSI ha lanciato un progetto per contrastare il traffico di esseri umani nello Jharkhand.

Sono minacciati soprattutto i minori che vivono in condizioni di estrema povertà, come per esempio Asha*. Ai suoi genitori, appunto poverissimi, venne presentato un giovane uomo d’affari come possibile sposo per loro figlia. Ma poco dopo lo sposalizio Asha, con suo grande terrore si trovò venduta a un altro uomo. La minacciarono di uccidere i suoi genitori se avesse tentato di allarmarli. Dopo qualche tempo venne spedita in treno nel Kashmir per essere rivenduta. Durante il viaggio i due accompagnatori le versarono un anestetico nella bevanda per poi abusare di lei. Una volta giunta a destinazione la povera ragazza venne malmenata brutalmente e costretta a lavorare in un bordello. Un giorno, con grave rischio, riuscì a chiamare di nascosto una sua amica e a dirle dove si trovava. I genitori disperati allarmarono i collaboratori del progetto di CSI. Con l’aiuto della polizia Asha potè finalmente essere liberata.

Per aiutare giovani come Asha, accanto al proprio impegno per i perseguitati a causa della loro fede, CSI collabora intensamente con un gruppo di professionisti sul posto per aiutare le vittime della tratta di esseri umani. Gli aiuti si articolano principalmente su tre piani: prevenzione, liberazione e riabilitazione.


Le sorelle Sriram*, Rajesh* e Sita* perderono nell’arco di un anno entrambi genitori: la mamma vittima di una malattia, il papà dell’alcolismo

Un intermediario sfruttò senza pietà la situazione: mentre Sriram (15) fu obbligata a lavorare senza paga in una fabbrica di mattoni, le due sorelle minori dovettero lavorare come schiave nella sua casa. Le bambine venivano picchiate, dormivano per terra col bestiame e ricevevano due magri pasti al giorno.

Sita, malnutrita, si ammalò. Grazie a Dio, vicine di casa ben intenzionate avvertirono i partner locali di CSI dello stato deplorabile delle bambine. La rete ben organizzata di collaboratori motivati e ben formati riuscì a liberarle e ad affidarle a una parente.

Le tre sorelle si trovano in uno stato pietoso e hanno un bisogno urgente di riabilitazione.

 * nomi cambiati


Il nostro impegno in India

Lotta al traffico di persone: Prevenzione, liberazione, riabilitazione: Innanzitutto compiamo un lavoro di prevenzione e di educazione; l’ignoranza è una fonte di grave pericolo ed è sfruttata senza pietà dai trafficanti. Conferenze nelle scuole aiutano ad accrescere la consapevolezza del pericolo tra bambini, genitori e insegnanti.

Nei nostri asili i bambini incontrano protezione e possono parlare liberamente dei loro problemi. Nei gruppi di auto-aiuto i genitori scambiano informazioni, imparano a conoscere i meccanismi del traffico e possono, quindi, proteggere meglio i figli.

Grazie all’impegno instancabile di una rete di collaboratori ben organizzati e formati riusciamo a liberare regolarmente vittime.

Quest’ultime sono assistite in diversi centri di riabilitazione, dove possono abitare e ricevere cibo e una formazione scolastica. Inoltre un’assistenza psicologica le aiuta a superare le loro esperienze traumatiche.

Orfanotrofio: Nelle violenze contro cristiani nello stato di Odisha, numerosi bambini hanno perso uno o entrambi i genitori. Nell’orfanotrofio sostenuto da CSI ricevono una cura affettuosa e possono frequentare la scuola.

Aiuto all’auto-aiuto: Corsi e un progetto agrario aiutano i membri delle minoranze religiosi a uscire dalla povertà.

Aiuto legale: L’avvocatessa di CSI Temina Arora si adopera assieme al suo team formato da giuristi e sociologi per i diritti delle minoranze religiosi e dei cristiani sotto pressione.

Commenta l'articolo

Commento inviato con successo.

Commento inviato con successo; dopo essere stato verificato dall'amministratore sarà pubblicato qui.

Progetto India