La Luce del mondo splende nel Sudan

26 novembre 2018

La luce dell’avvento porta speranza, irradia la nascita del salvatore Gesù Cristo, lui stesso Luce del mondo. Cristo è venuto per liberare i prigionieri e gli oppressi (Luca 4.18).



Vogliamo regalare la luce della libertà a persone che da anni vivono in prigionia. Nel Sudan migliaia di schiavi disperati aspettano la loro liberazione. Tra di loro figurava anche la ventenne Nyira Dut Achmil.

Proveniente dal Sud cristiano, Nyira era ancora una fancciulla quando fu rapita da milizie islamiste, che la portarono al Nord dove fu schiavizzata. “Per lunghissimi anni fui costretta a lavorare duramente in casa, ricevevo da mangiare soltanto i resti del padrone. Ero continuamente insultata, brutalmente picchiata e abusata”, ci spiega dopo la sua liberazione.

Dopo anni di disperazione è apparsa la luce sull’esistenza di Nyira. I suoi occhi irradiano al ricevere da CSI una capra da latte, base della sussistenza per la nuova vita in libertà.

Nel Sudan rimangono però ancora molti avvolti dall’oscurità della schiavitù. La sua donazione ci permette di liberare altri schiavi come Nyira e di regalarli una nuova esistenza. Grazie di pensare proprio in quest’avvento a queste persone sofferenti e di portare luce nella loro vita. Siamo determinati a non abbandonare nell’oscurità gli schiavi del Sudan!

 

Commenta l'articolo

Commento inviato con successo.

Commento inviato con successo; dopo essere stato verificato dall'amministratore sarà pubblicato qui.

Progetto Sudan del Sud